Un valido aiuto in casa. E’ quello che abbiamo pensato utilizzando l’aspirapolvere a traino con sacco MC-CG712 di Panasonic. Pur dall’aspetto e dalle funzioni di un aspirapolvere tradizionale, come tanti presenti sul mercato (320 mm x 500 mm x 265 mm), quello che ci ha più stupito è stata la forza aspirante (Motore Eco Max da 1.400 W con potenza aspirante di 420 W). In poco più di mezz’ora di tempo, infatti, abbiamo pulito con efficacia il pavimento ricoperto di moquette di circa 100 mq della nostra redazione senza porre notevole fatica.
Molto comodo si è rivelato il manico curvo presente sull’impugnatura del tubo telescopico e molto agevole anche il corpo motore, facilmente trasportabile grazie alle due ruote posteriori e la piccola rotella anteriore, tutte estremamente mobili e girevoli (il suo peso totale è pari a 5,5 kg): districarsi tra le scrivanie della nostra redazione, operazione inizialmente faticosa a compiersi, si è invece rivelata di facile esecuzione. Completa assenza, inoltre, di difficili o forzate manovre per l’allungamento e accorciamento del tubo estendibile.
Molto vantaggiosa, poi, si è anche rivelata la disponibilità di comandi esterni posizionati sulla scocca del corpo centrale pensati per essere utilizzati tranquillamente anche con i piedi senza il rischio di guasti o danneggiamenti. Così come la possibilità di utilizzare la spazzola posizionata tra il tubo telescopico e la spazzola pavimenti: con un solo gesto abbiamo potuto liberare quest’ultima e utilizzare la spazzola più piccola per i ritocchi e le pulizie di fino. Oltre all’accensione e spegnimento e il riavvolgicavo, sempre con i piedi è possibile regolare in ogni momento la potenza del motore, grazie a un apposito comando molto simile nel funzionamento a un potenziometro di un moderno impianto audio. All’occorrenza è anche possibile utilizzare un ulteriore tasto presente subito al di sotto del manico per ridurre momentaneamente la potenza.
Dopo qualche giorno abbiamo ripetuto la prova anche su un pavimento parquettato di circa 60 mq, utilizzando la spazzola nell’altra versione e, anche in questo caso, il prodotto si è rivelato all’altezza della situazione.
Nella nostra prova abbiamo anche utilizzato le due bocchette per fessure e per tessuti che, per comodità, sono riposte subito al di sotto del manico: la prima ci ha permesso di pulire a fondo la parte superiore dello zoccolino del pavimento, mentre la seconda ci ha agevolato nell’aspirazione di uno zerbino.
Il cavo di alimentazione è retrattile ed è sufficiente una lieve pressione sull’apposito tasto per riavvolgere completamente il cavo di circa una decina di metri di lunghezza. Il sacco per la raccolta dello sporco ha invece una capacità di 4 litri e, una volta riempito (un apposito indicatore posto sulla parte superiore del corpo motore ne segnala il relativo riempimento), la sua rimozione è estremamente semplice aprendo il coperchio dello scomparto raccoglipolvere.
Anche sotto il profilo del disturbo sonoro l’aspirapolvere Panasonic si è dimostrato all’altezza (72 dBA), non procurando particolare noia al normale lavoro d’ufficio di tutti i giorni.

Share Button

Nessun banner disponibile