Versatile, potente, funzionale e, soprattutto, facile da usare. Il modem router ADSL Fritz!Box 7490 di AVM è in grado di venire incontro a tutte le esigenze più ricercate in un dispositivo di questo genere, unendo a quest’ultime altre innumerevoli e pratiche funzionalità, come, ad esempio, la gestione di più linee telefoniche analogiche e VoIP (fino a 6 telefoni cordless) contrassegnate da una specifica numerazione interna e l’utilizzo di una segreteria telefonica personalizzata (fino a 5 voice-to-mail), nonché di un servizio fax integrato (con invio automatico all’apposita casella di posta fax-to-mail), al pari di un moderno centralino polifunzionale.
Non solo. Grazie alla presenza di due porte USB e alla funzione di server multimediale è possibile collegare direttamente all’apparecchio delle chiavette o dei hard disk esterni, trasformando il router stesso in un moderno dispositivo NAS o media center, dando così vita a una piccola rete domestica o professionale, condividendo ogni genere di contenuto, sia esso testuale, fotografico, audio o video.
Le dotazioni tecniche del Fritz!Box 7490 sono davvero all’avanguardia e all’altezza delle nuove piattaforme comunicative, come ad esempio per l’ultrabroadband o per il nuovo standard WLAN AC, in grado di garantire velocità di trasmissione dati da 1.300 Mbps. È infatti dotato di quattro porte LAN Gigabit Ethernet, con velocità di trasmissione via cavo di 1 Gbps, e del supporto contemporaneo delle frequenze wi-fi da 2,4 e 2,5 GHz di tipo 802.11n (450 Mbps). Due porte USB 3.0 e 2.0 assicurano, poi, anche la gestione e l’utilizzo di due eventuali stampanti di rete.
La nostra prova, effettuata all’interno di un’abitazione, utilizzata però come piccolo studio professionale, ha utilizzato non solo il modello 7490, ma anche un cordless Fritz!Fon e un dispositivo USB Fritz!WLan Stick AC 430, utilizzato su un notebook con sistema operativo Windows 7.
Il primissimo giovamento che ne abbiamo evidenziato è stato un ampliamento del segnale wi-fi, sia nella sua potenza che nella sua estensione, rispetto soprattutto alle performance offerte dal router precedentemente installato (un modello standard fornito dal gestore telefonico). La procedura di installazione e di configurazione si è rivelata estremamente semplice e veloce, grazie soprattutto alle istruzioni contenute nella confezione d’acquisto e a un’interfaccia utente in lingua italiana particolarmente user-friendly, il tutto coadiuvato da un software davvero all’avanguardia e iper-funzionale, il nuovo sistema operativo OS 6.01. L’installazione della chiavetta, invece, è stata addirittura immediata, potendo sfruttare una procedura automatica di auto-installazione integrata al suo interno. Abbiamo poi proceduto all’allacciamento della linea telefonica e dati al router, insieme al collegamento di un telefono Fritz!Fon, utilizzato come dispositivo cordless per conversazioni con la piattaforma Voice over IP.
Al Fritz!Box abbiamo anche collegato un hard disk esterno da 500 GB in cui erano contenuti numerosi file di tipo testuale e multimediale; file che sono stati resi disponibili immediatamente all’interno della rete domestica creata dallo stesso router di AVM.
Disponibile, ma non utilizzato durante la nostra prova, anche un servizio Cloud.
Grazie alla disponibilità dell’applicazione mobile gratuita MyFritz! – scaricata nella sua versione iOS – abbiamo poi avuto la possibilità di controllare da remoto il dispositivo per mezzo di un tablet iPad 2 e di uno smartphone iPhone 5, accedendo direttamente alle funzioni del router e alla rete interna alla casa, visualizzando nell’immediato i contenuti conservati al suo interno. Non solo. Per mezzo dell’altra applicazione Fritz!App Fon messa a disposizione, sempre gratuitamente, da AVM, abbiamo avuto la possibilità di utilizzare il nostro telefono cellulare a mò di cordless interno all’abitazione, facendo chiamate sfruttando la linea telefonica fissa.
Il tipico aspetto che contraddistingue da sempre i prodotti della linea Fritz!Box lo rende infine un dispositivo piacevole alla vista nel suo simpatico abbinamento delle due colorazioni “istituzionali” rossa e grigia metallizzata.

Share Button

Nessun banner disponibile