Finale d’anno col botto. Le “grandi manovre” del trade, infatti, hanno regalato a tutto il mercato un primo assaggio dei petardi della notte di San Silvestro. Archiviata (si fa per dire) la pratica aumento dell’IVA a tenere banco nei mercati eldom e consumer electronics sono ancora i retailer. E stavolta non solo per la corsa alla promozione urlata, ma per un’impennata improvvisa del processo di aggregazione in atto ormai da tempo.
Dopo il definitivo via libera dei giudici all’affaire DPS-FNAC, ecco infatti finalmente arrivare l’accordo, atteso ormai da mesi, tra Dixons Retail e SGM Distribuzione che sancisce la nascita di una nuova realtà distributiva che raccoglie a sé le attività di entrambe le insegne Unieuro e Marcopolo Expert. Un “colpo” per la società romagnola che, problematiche sindacali a parte, la proietta nell’Olimpo delle primissime realtà distributive del nostro Paese. “Colpo” ha cui ha risposto – un po’ a sorpresa – il socio Euronics Galimberti, accaparrandosi l’intero pacchetto azionario di Derta Spa del presidentissimo Albino Sonato (il suo simpatico accento veneto ci mancherà sicuramente!): un’operazione che per la società brianzola vale una previsione di chiusura d’anno per un imponibile da ben 250 milioni di euro.
Fermento anche sul fronte delle ristrutturazioni di vecchi store e delle aperture di nuovi punti vendita, con le insegne Trony, Expert, Mercatone Uno, Metro Cash&Carry, Iperal, Coop e Simply Market fortemente impegnate nell’espansione e nel presidio dei loro territori di riferimento.
E l’industria? Le aziende non stanno di certo a guardare e, valzer di poltrone a parte (tra cui si registra l’entrata di Paolo Sandri in TP Vision: un cambio che, sicuramente, non mancherà di far sentire le sue ripercussioni sul mercato Tv), si preparano al Natale a suon di prodotti all’avanguardia e rinnovamento delle loro strutture interne e del management. Molte le novità da mettere infatti sotto l’albero, dallo smartwatch di Samsung al Tv Oled curvo di LG, fino ad arrivare alle nuove console di gioco Xbox One e PlayStation4.
Ci siamo dimenticati di citare la crisi e la riduzione dei consumi? Sinceramente, ci siamo stufati anche di parlarne, un po’ per scaramanzia e un po’ per sano ottimismo che, non dimentichiamolo, “è il sale della vita”. Purtroppo c’è ancora e, stando alle parole di molti esperti economisti e di esponenti di importanti istituzioni del nostro Paese, forse la ripresa prevista per il 2014 tarderà ad arrivare. Ma tant’è.
Nel frattempo, grosse multinazionali come Candy Group ed Electrolux hanno annunciato importanti ristrutturazioni interne, proprio per rispondere a questa situazione di emergenza; emergenza che sembra non rientrare per l’Antonio Merloni, la cui cessione alla J.P. Industries ha ormai assunto i connotati di un’autentica telenovela (di quelle, però, drammatiche, da guardare con il fazzoletto a portata di mano). Lo stesso dicasi per Indesit, bloccata al tavolo delle trattative con istituzioni e parti sociali. Staremo a vedere.
Sembrerà quindi forse retorico, ma non resta altro che tornare a sperare nei buoni auspici per il nuovo anno, confidando nella crescita dei nostri mercati che, non ci stancheremo di dirlo, deve passare necessariamente per il digitale.
Buon feste a tutti.

La Redazione

NESSUN ARTICOLO CORRELATO DISPONIBILE

Share Button

Nessun banner disponibile