Print Friendly, PDF & Email

img_1560Un altro anno positivo per Candy Group, che ha chiuso il bilancio al 31 dicembre 2017 con ricavi consolidati pari a 1,148 miliardi di euro, migliorando ulteriormente il risultato del 2016.
Oltre ai ricavi consolidati, in crescita del +14% rispetto ai 1,006 miliardi di Euro del 2016,  con un EBIT operativo del 3,8%, pari a oltre 44 milioni di Euro, Candy ha fatto segnare un ulteriore rialzo nella quota detenuta in Europa, dove ha ottenuto, rispetto al 2016, un incremento della quota di mercato del grande elettrodomestico dello 0,4%, diventando per il secondo anno consecutivo il Gruppo che cresce maggiormente tra i principali operatori del mercato degli elettrodomestici.
Il risultato netto conseguito è stato positivo per 2,2 milioni di Euro, nonostante si sia registrato in questo esercizio l’effetto di un significativo stanziamento di natura straordinaria e “non ricorrente” al fondo per rischi futuri.
Al conseguimento del risultato hanno contribuito in modo sostanziale i settori principali in cui il Gruppo, che opera attraverso i brand Candy, Hoover e Rosières, concentra la propria offerta: Washing, Built-In, Small Domestic Appliances.  Il fatturato del Gruppo viene conseguito per gran parte all’interno dei confini Europei, con UK (21%), Francia (18%), Italia (17%), Penisola Iberica (6,5%) e Germania (4,5%) a recitare un ruolo primario insieme alla Russia attualmente in forte crescita.
Candy, società a capitale interamente privato controllata dalla famiglia Fumagalli conferma, dopo l’ulteriore crescita fatta registrare nel 2017, i propri obiettivi di fatturato, che puntano al raggiungimento di 2 miliardi di euro entro i prossimi quattro anni.
Tra i fattori di successo del gruppo si confermano la forte capacità tecnologica e l’elevata propensione all’innovazione. Per questo negli ultimi anni Candy Group è diventato leader assoluto nella connettività applicata agli elettrodomestici e nella commercializzazione di Smart Appliances dove, in particolare nel segmento delle Lavabiancheria, detiene in termini di quote di mercato il 61% in Europa.
Il piano industriale 2017-2019 di Candy Group prevede 105 milioni di investimenti per continuare a sostenere l’innovazione e la crescita del Gruppo, oltre ad ulteriori investimenti specificatamente dedicati al marketing e alla comunicazione. Innovazione e comunicazione sui Brand rappresentano i due asset fondamentali per raggiungere e intercettare le preferenze delle diverse fasce di consumatori, verso le quali proporre di volta in volta i prodotti e i brand più indicati.
“I positivi risultati del 2017 ribadiscono la vocazione alla crescita del Gruppo Candy, che per il secondo anno consecutivo si conferma essere il gruppo che cresce maggiormente in Europa nel mercato dei grandi elettrodomestici, grazie un’offerta sempre più diversificata e profonda, in particolare sulle marche internazionali Candy e Hoover, sia in termini di gamma di prodotti che di soluzioni tecnologiche, che ci posiziona ai primi posti per innovazione sul mercato europeo”  ha commentato il CEO di Candy Group, Beppe Fumagalli. “Quello che però ci rende unici è il nostro DNA, in grado di combinare italianità, creatività, tradizione e modernità in una sintesi che ci consente di proporre sul mercato soluzioni e idee innovative per risolvere i problemi di tutti i giorni. Studiamo i consumatori, i loro gusti, esigenze e aspettative, da oltre 70 anni, per proporre le migliori esperienze sia in termini di prodotto che di servizio.”

Il Gruppo Candy ha investito in una nuova unità produttiva a Eskişehir, nel Nord Ovest della Turchia, dove su un terreno di proprietà del Gruppo è stata edificata e inaugurata pochi giorni fa una moderna struttura su un’area di 13.600 mq finalizzata alla realizzazione di elettrodomestici intelligenti.
La nuova fabbrica, per la quale è stato effettuato un investimento complessivo di 15 milioni di euro in prodotti e facilities e dove saranno impiegati 300 operai con una capacità produttiva annuale di circa 800.000 pezzi, nasce per sviluppare un nuovo processo produttivo ad alta efficienza, basato sull’utilizzo di pratiche innovative e finalizzato alla realizzazione di elettrodomestici intelligenti.
Nel nuovo stabilimento, la seconda unità produttiva del Gruppo Candy in Turchia, verrà fabbricata la prima lavastoviglie sul mercato dotata di Intelligenza Artificiale ed equipaggiata con un sensore ottico interno in grado di individuare quantità e tipologia delle stoviglie che sono state caricate, suggerendo automaticamente il programma più consono e le opzioni migliori per il loro lavaggio.
Inoltre, grazie alla connettività, la lavastoviglie potrà essere comandata e controllata da remoto come tutti i prodotti di nuova generazione del Gruppo.
Oltre a incrementare la competitività dell’azienda e a rilanciarne la spinta verso la costante innovazione, il progetto fornirà indicazioni importanti nello sviluppo di tecnologie quali IT, robotica e Big Data, dando un ulteriore impulso alle attività di ricerca e sviluppo del Gruppo Candy.
Questo progetto permetterà progressivamente al Gruppo Candy di rilevare, raccogliere, monitorare e analizzare i dati rivenienti dai prodotti finiti, con particolare attenzione alla componentistica elettronica e di connettività, in modo da creare un data set completo di informazioni su funzionamento, prestazioni e qualità delle macchine per anticipare e correggere eventuali anomalie.
La nuova fabbrica costituisce un importante tassello nell’evoluzione verso l’Industria 4.0 e nella direzione indicata dal piano di crescita di Candy Group, che ha come obiettivo primario il consolidamento della leadership nel settore degli elettrodomestici di ultima generazione e nelle loro possibili applicazioni.

User-friendly, innovativi, smart e connessi. Sono questi invece i comuni denominatori di tutti gli elettrodomestici di Candy Group, che da sempre mira a semplificare la vita dei consumatori fornendo loro prodotti sempre più intuitivi e vicini alle loro esigenze.
Una filosofia, quella della ricerca continua dell’innovazione, che guida la strategia del gruppo fin dal 1945 quando nacque la prima lavabiancheria italiana a marchio Candy, e che ha portato il Gruppo a sviluppare nel corso degli anni continue novità fino alla data cruciale del 2014, quando Candy ha introdotto sul mercato Simply-Fi, la prima gamma di grandi elettrodomestici connessi tramite wi-fi, controllabili da un’unica applicazione.
Oggi tutti gli elettrodomestici Candy sono connessi con centinaia di migliaia di consumatori e continuano a stupire per il loro elevato tasso di innovazione a tutti i livelli e su tutte le linee di prodotto:  da Candy Bianca, la prima lavatrice dotata di intuito, passando per Hoover KeepHeat, il primo forno pensato anche per conservare, passando per i sistemi professionali Sous Vide a marchio Hoover e Rosières, fino agli innovativi aspirapolvere e prodotti da aspirazione protagonisti ad IFA, la fiera di riferimento del settore.
Hero products in grado di dialogare con l’utente e con la factory, fornendo informazioni preziose sia sui comportamenti dell’utente – in modo da migliorare e adattare le funzioni – sia al database aziendale, in grado di immagazzinare dati utili all’assistenza e predittivi per migliorare le macchine del futuro.
Futuro che per Candy è già molto vicino: a Technology for the Kitchen – Eurocucina 2018, il padiglione del Salone del Mobile di Milano dedicato alle tecnologie per la cucina, il Gruppo ha lanciato e presentato la propria visione della Casa e della Cucina del futuro, che vedranno il proprio ingresso sul mercato nei prossimi mesi.
La Smart Kitchen di Hoover e la Smart Home di Candy creano uno spazio nel quale tutti gli elettrodomestici sono messi in dialogo non solo con l’utente – che può attivarne tutte le funzioni sia da remoto (con smartphone attraverso le App Candy Simply-Fi e Hoover Wizard) sia attraverso un’interfaccia interamente Touch o Vocale – ma anche fra di loro.
Ecco che il forno Vision, hub della cucina del futuro di Hoover, non solo sarà in grado di suggerire video-ricette, permettere di visualizzare da remoto l’avanzamento dello stato di cottura, attivare le funzioni di navigazione su internet, videochiamate e condivisione del cibo in cottura sui Social Networks, ma anche di accendere, regolare e controllare tutti gli altri elettrodomestici attraverso un’interfaccia intuitiva e semplice.
Sarà così possibile, una volta chiesto al forno di suggerire una ricetta, avere dalla connessione tra il forno e il frigorifero informazioni circa gli ingredienti presenti, con la possibilità di ordinare quelli mancanti su internet con piattaforme che ne garantiscono la consegna in tempi rapidi.
Innovazione, smartness, connettività e partnership di elevato livello si uniscono per fornire al consumatore un’esperienza di utilizzo unica e irripetibile, avvicinando e sovrapponendo sempre di più i desideri dei consumatori con la realtà e la completezza dell’offerta del Gruppo Candy.
“In  futuro il valore di un’azienda di elettrodomestici non sarà calcolato dal fatturato ma dal numero di utenti connessi. Servizi innovativi ad alto valore aggiunto, aggiornamento delle prestazioni del prodotto nel tempo, abilità conversazionali, un servizio post-vendita impeccabile, la creazione di un rapporto di lealtà alla marca nel tempo; tutto ciò ha come abilitatore l’elettrodomestico smart e i preziosi dati che esso genera” ha dichiarato Aldo Fumagalli, Head of Washing and Smartness Business Sector. “Permettere che gli utilizzi di tecnologie digitali avanzate e accessibili sorprendano e delizino i nostri clienti è al contempo la missione e la grande passione di tutti noi”.

Share Button

Nessun banner disponibile