Potrebbe sembrare strano, ma la prima cosa che ci ha colpito è il design. Stiamo infatti parlando di un router, dispositivo di cui l’aspetto estetico rappresenta forse la meno importante delle caratteristiche da tenere in considerazione. La sua forma cilindrica, assai simile a quella di prodotti tecnologici di ultimissima generazione, la sua colorazione nera laccata e i led frontali variopinti che indicano l’attivazione o meno delle singole funzionalità di cui è dotato, lo fanno difatti sembrare un dispositivo quasi futuristico e, comunque, in grado di arricchire qualsiasi tipo di ambiente in cui viene inserito.
Ma, aspetto estetico a parte, quello che più contraddistingue il modello DSL-3590L di D-Link sono ovviamente le sue caratteristiche tecniche, in grado di assicurare non solo una connessione alla rete sicura e affidabile, sia con filo che senza filo, ma anche una preziosa fonte di distribuzione di contenuti digitali per la casa o per l’ufficio.
Tra le sue dotazioni, difatti, compaiono ben sei antenne e il supporto delle due innovative tecnologie WirelessAC, in grado di assicurare una velocità di trasferimento fino a 1,9 Gbps, e Advanced AC SmartBeam, capace di estendere la copertura del segnale wi-fi in tutta la casa e ambienti limitrofi. Essendo poi basato su una piattaforma dual-band, inoltre, il modem è in grado di sfruttare appieno le due bande di frequenza dei 2,4 e 5 GHz, il che significa poter operare agevolmente in multitasking, compiendo tranquillamente più azioni in rete nello stesso tempo senza il rischio di eventuali rallentamenti o blocchi improvvisi.
La disponibilità di un server DLNA integrato, e quindi la possibilità di collegare direttamente un hard disk a una delle porte USB, infine, permette di utilizzarlo come sorta di “piccolo NAS” da cui attingere in ogni momento file, documenti, immagini e video.
Come molti prodotti D-Link, poi, anche questo moderno modem-router si può avvalere della possibilità di controllo remoto, da tablet o smartphone, effettuata tramite l’applicazione gratuita mydlink (utilizzata sia con device iOS che Android). Applicazione che permette – cosa non indifferente – di accedere ai contenuti eventualmente collegati al router, anche al di fuori delle mura domestiche o dell’ufficio.
Davvero ricca la connettività, con porte Gigabit WAN e LAN per connessioni cablate ad alta velocità e con due porte USB (USB 3.0 e USB 2.0).
La nostra prova si è svolta in due differenti ambienti e circostanze: all’interno della nostra redazione, e quindi con tutte le necessità di un moderno ambiente di lavoro, e tra le mura domestiche, in cui le due maggiori necessità sono tradizionalmente la navigazione web, l’uso della posta elettronica, l’aggiornamento dei social network e, soprattutto, la riproduzione di contenuti multimediali, sia dal web che da memorie esterne.
In entrambi i casi il router si è dimostrato all’altezza della situazione, permettendo sessioni di lavoro del tutto in linea con le aspettative; molto semplici e veloci si sono rivelate anche l’installazione e la configurazione del dispositivo, facilitate oltremodo dalla procedura guidata davvero veloce e alla portata di tutti. Tra l’altro, nel caso della redazione, senza provocare alcun problema di conflitti o sovrapposizioni con le linee di fax e centralino già in uso. Sia in modalità cablata che wireless, il dispositivo ha permesso in modo assolutamente agevole tutte le normali operazioni di redazione, come l’invio e la ricezione di email e la navigazione in rete, rendendo disponibile la connessione in tutti gli ambienti e servendo simultaneamente tre differenti postazioni.
Un uso più intenso del prodotto è stato invece fatto nell’ambiente domestico, dove, oltre alla normale linea telefonica e dati si è proceduto a collegarlo anche a un hard disk contenente film, fotografie e brani musicali; tutti contenuti che, grazie proprio alle proprietà di diffusione del dispositivo, si sono potuti riprodurre senza problemi su tablet e smartphone, anche in modalità streaming e alla massima definizione possibile. La nuova rete ha reso possibile la fruizione contemporanea di contenuti multimediali da parte di tre differenti device attivi, nonché sessioni di gaming online, alcune delle quali del tutto “impegnative” sotto il profilo della quantità di banda utilizzata.
Non solo. Direttamente al modem è stata anche collegata una stampante multifunzione, al fine di essere resa disponibile in rete a tutti i dispositivi collegati, e il segnale wi-fi ha permesso di continuare a utilizzare anche altri dispositivi wireless già presenti in casa: ulteriori operazioni che hanno davvero dato un notevole contributo nel trasformare una normale abitazione in una vera e propria Smart-Home, traguardo a cui il DSL3590L è già pronto, considerata la sua compatibilità al protocollo IPV-6.
Grazie alla maggior potenza e capacità di copertura del modem si è poi potuto estendere il segnale wi-fi anche a zone non precedentemente servite, come il terrazzo e i balconi: anche se a fatica, in certi momenti il segnale è stato addirittura percettibile nel cortile e nell’androne del palazzo.
Grazie alla compatibilità con la tecnologia WPS, in più, anche l’aspetto della privacy è stato ampiamente soddisfatto e quindi ha permesso di effettuare acquisti online e operazioni di home banking in tutta sicurezza, e senza complicazioni di sorta, ma semplicemente premendo un pulsante. Il dispositivo, difatti, permette le tecniche di cifratura wireless WPA/WPA2, oltre che integrare al suo interno un doppio firewall.
Grazie all’ausilio dell’altra applicazione gratuita mydlink SharePort, si è potuto poi monitorare costantemente l’utilizzo del router e l’elenco dei siti web visitati, in modo da difendere la navigazione di bambini in età prescolare presenti nel nucleo famigliare.
La confezione d’acquisto contiene, oltre al modem e all’apposito alimentatore, un cavo ethernet RJ45, un cavo telefonico RJ11 e un Cd-Rom contenente i software e i manuali tecnici.

Share Button

Nessun banner disponibile