Dispositivo quanto mai utile e indispensabile. In special modo in questi ultimi tempi in cui, ahinoi, la microcriminalità appare sempre più in aumento, soprattutto per quanto riguarda le intrusioni per furto in appartamenti e uffici. Particolarmente utile, se non addirittura irrinunciabile, nei periodi di maggior pericolosità come quello estivo, o in generale di vacanza, in cui capita molto più spesso di lasciare per lungo tempo la propria casa o il proprio luogo di lavoro del tutto incustoditi.
Il prodotto protagonista della nostra prova è A1 Alarm Starter Kit di Ezviz, un kit per la videosorveglianza composto da quattro diversi device: una centralina hub di controllo, un sensore di movimento a infrarossi, un rilevatore per porte e finestre, e un piccolo telecomando per il controllo da remoto. Sistema a cui, opzionalmente, è poi possibile collegare ulteriori sensori e rilevatori, oltre che appositi rilevatori di fumo, sirene di allarme o telecamere da interno ed esterno, sempre a marchio EZVIZ, da acquistare separatamente, in modo da ampliare e completare il proprio impianto d’allarme domestico fino a un massimo di 32 dispositivi collegati tra loro.
La centralina A1, particolarmente compatta (solo 10 x 12,1 x 1,7 cm) ed elegante nella sua forma conica stilizzata e realizzata – come tutti gli altri componenti – in una moderna colorazione bianca lucida, funge da vero e proprio collettore di tutto il sistema, attraverso il quale viene compiuta tutta la sequenza iniziale di installazione e le successive operazioni di settaggio. A questa sono poi affiancati tutti gli altri dispositivi, a iniziare dal rilevatore magnetico di posizione T6 per l’apertura non autorizzata di porte o finestre, in grado di segnalare eventuali infrazioni direttamente alla centralina. A questo si affianca poi anche il rilevatore a infrarossi T1, capace di captare minimi movimenti all’interno del suo raggio d’azione, discriminando però la presenza di piccoli e grandi ostacoli (fino a un peso di circa 25 kg), in modo da non registrare l’eventuale passaggio di animali domestici, come ad esempio cani e gatti.
Sempre nella confezione d’acquisto, inoltre, è anche presente un piccolo telecomando, molto comodo e maneggevole nelle sue dimensioni e nelle sue fattezze, che serve per il controllo da remoto della stessa centralina, in modo da poter agire sul sistema stando comodamente seduti sul divano o senza interrompere le azioni che si stanno compiendo.
La nostra prova è stata compiuta all’interno di un normale appartamento ad uso abitativo dei circa 70 mq di superficie calpestabile, in cui abbiamo potuto testare l’efficacia del sistema, posizionando il rilevatore magnetico su una porta-finestra e il rilevatore a infrarossi in un angolo “strategico” della casa. In entrambi i casi i rilevatori si sono dimostrati all’altezza delle aspettative, registrando tutte le sollecitazioni anomale da noi effettuate. Per quanto riguarda la prova delle capacità del rilevatore a infrarossi, abbiamo anche voluto coinvolgere nel nostro test un cagnolino di circa 15 kg di peso che, nonostante i continui passaggi all’interno della zona di controllo del sensore, non ha provocato l’insorgenza di alcun segnale di allarme. Grazie alle loro dimensioni particolarmente compatte, e realizzati in una gradevole e moderna colorazione bianca, inoltre, si sono anche ben adattati allo stile della casa, confondendosi senza problemi all’interno del contesto architettonico dell’appartamento.
L’efficacia del sistema di sorveglianza si è potuta apprezzare fin da subito, grazie all’attivazione della centralina A1 che, al minimo segnale d’allarme avverte, in lingua italiana, dell’insorgenza di un problema: sul nostro smartphone, inoltre, è giunto tempestivamente un avviso, sotto forma di messaggio testuale indicante un avviso di infrazione.
Particolarmente semplice e veloce si è anche dimostrata la fase di installazione e configurazione del sistema, grazie soprattutto all’app EZVIZ, scaricabile in modalità gratuita dall’app store di Google e Apple e quindi disponibile per tutti i dispositivi mobile iOS e Android: dopo una rapida registrazione al servizio come nuovi utenti, difatti, è stata davvero immediata l’aggiunta al sistema dei singoli sensori, grazie soprattutto alla presenza di appositi QR Code presenti sui vari dispositivi da aggiungere.
Grazie poi al piccolo telecomando, abbiamo potuto governare a distanza il funzionamento dell’hub, attivando e disattivando a nostro piacimento il sistema, mettendo in modalità “muto” la segnalazione degli allarmi, ecc.
Avendo una portata di circa 80 metri dalla centralina ai vari sensori, il sistema rappresenta per cui una buona ed economica soluzione per la realizzazione di un impianto di allarme “fai da te” tra le mura di casa o dell’ufficio, con cui poter stare tranquilli durante i periodi di assenza. Una configurazione ottimale, difatti, proporrebbe, oltre allo Starter Kit, l’aggiunta di ulteriori sensori porte/finestre destinati a ogni accesso all’appartamento, nonché di un sensore di fumo per la cucina, e di videocamere per interno ed esterno (giardini, cortili, box, ecc.) fino a coprire l’intera area di nostro interesse. Una soluzione, valida ed efficace, alternativa a sistemi semi-professionali che, oltre a richiedere notevoli investimenti per il loro acquisto, richiedono anche mani esperte per la loro installazione e messa in opera.

Share Button

Nessun banner disponibile