La mission è sempre la stessa: “Realizzare prodotti in grado di semplificare il mantenimento del vostro benessere, perché riteniamo che la cura di sé rivesta un’importanza primaria”.
Ed è proprio da questi concetti, e soprattutto dal fatto che “nulla è più importante della nostra salute”, che trae spunto la nuova strategia di HoMedics; una strategia che, come sottolinea un’altra parte della mission stessa, ha l’obiettivo di “mettere a disposizione degli ottimi alleati per il nostro benessere fisico e mentale”.
Tenendo quindi fede a questi asset ben precisi, l’azienda americana si presenta ora sul mercato mettendo in campo ciò che di meglio ha saputo esprimere in questi anni: innovazione e qualità e affidabilità dei prodotti. E lo fa presentandosi in una veste nuova, che meglio gli si addice, ossia quella di un vero e proprio consulente di salute e bellezza in grado di occuparsi del benessere della persona nel luogo a lei più congeniale, tra le mura della propria abitazione, al fine di mantener fede alla promessa di ‘benessere domestico’ che ha da sempre nei confronti dei suoi consumatori.
Da qui prende il via un nuovo posizionamento di HoMedics, molto più consono alla sua vera natura di “specialista della salute e della bellezza”, che si pone a pieno titolo tra le aziende proprie del mondo professionale, o meglio dire prosumer, piuttosto che marcatamente consumer.
E proprio in quest’ottica, l’azione comunicativa dell’azienda verrà per cui potenziata e ampliata, occupando tutto l’arco dell’anno e non solo i periodi commercialmente più intensi, a sottolineare, ancora una volta, come i prodotti per la salute e il benessere non siano utili solo in particolari periodi dell’anno o per celebrare qualche speciale ricorrenza, ma bensì un bene indispensabile di cui dotarsi, per aiutare se stessi a stare bene e per alleviare o risolvere le piccole problematiche della vita di tutti i giorni.

Il nuovo cambio di strategia passa soprattutto attraverso un nuovo modo di comunicare al cliente finale; una comunicazione che cambia non solo nei contenuti e nella grafica, ma anche nelle modalità e nei mezzi utilizzati, adattandosi sia alle nuove esigenze del mercato sia alle nuove abitudini e stili di vita dei consumatori.
Punti focali dell’azione comunicativa di HoMedics sono ovviamente gli store specializzati, intesi come principali luoghi di contatto con il consumatore finale, allo scopo di informarlo e orientarlo alle migliori scelte per il proprio benessere. A tale scopo, la società ha ideato un apposito progetto di category management, messo a punto in collaborazione con l’agenzia di comunicazione MagN3t, con cui dar vita ad aree dedicate alla salute all’interno dei negozi, e non solo in ottica di semplice shop-in-shop, ma di vere e proprie aree esperienziali in grado di donare al reparto bellezza l’atmosfera di un reale centro estetico. Grazie a un nuovo layout particolarmente impattante, studiato grazie all’ausilio di uno studio grafico operante da anni nel mondo della moda e del fashion, i materiali pop e pos saranno declinati secondo le tre aree del beauty, del massaggio e della luce pulsata presidiate dall’offerta di HoMedics, caratterizzate rispettivamente, dai claim “La tecnologia della bellezza”, “Il massaggio che ti meriti” e “La luce che ti fa bella”. Si tratta, più in particolare, di quattro differenti soluzioni espositive nate per ospitare i prodotti dell’azienda, tra cui i device per la cura del viso, del corpo, delle mani e dei piedi, i prodotti della gamma per l’epilazione Duo, i massaggiatori per la cervicale, i piedi e per la stimolazione manuale, e per la prova in-store delle sedute massaggianti. Soluzioni nate non tanto con l’intento di brandizzare l’area espositiva, ma al contrario con lo scopo di rendere meglio riconoscibile l’intero reparto, adottando un approccio alla vendita del tutto innovativo, caratterizzato da una comunicazione customizzata sul cliente finale: soluzioni, tra l’altro, che da test compiuti su un selezionato campione di negozi, sono in grado di aumentare la redditività dello scaffale di più del 200%. Sdoganando, tra l’altro, questo genere di dispositivi dalla categoria degli “acquisti d’impulso” che, sicuramente, non gli rende giustizia.
“L’idea è quella di offrire ai nostri partner commerciali non solo la possibilità di creare una nuova categoria con rotazioni e marginalità al di sopra della media dei prodotti dell’elettronica, ma anche di generare nuovo traffico, normalmente destinato a centri benessere, profumerie e department store”, tiene a precisare Sabrina Trombetti, Country Manager di HoMedics Italia. “Un’opportunità che sposa l’esigenza dei rivenditori di migliorare il proprio mix e di ravvivare e modernizzare i propri spazi di vendita”.
Ovviamente, al nuovo tipo di esposizione, l’azienda affiancherà anche un’adeguata campagna di in-store promotion, per mezzo sia di promoter dedicati che attraverso un rafforzamento della formazione agli addetti alla vendita al fine di renderli del tutto autonomi nella spiegazione delle caratteristiche e delle principali feature dei prodotti ai visitatori degli store.
Altro particolare focus dell’azione comunicativa di HoMedics è rappresentato dal web che, affiancandosi alle attività di PR e ai tradizionali media utilizzati dall’azienda, ricopre un ruolo di primo piano all’interno del mix media. Una scelta quasi obbligata dettata non solo dalle nuove abitudini multicanali dei consumatori, ma soprattutto dalla necessità di instaurare con loro un dialogo del tutto paritetico, non più unilaterale ma tipicamente “social”, grazie al quale poter informare e raccogliere preziosi feedback, utili soprattutto al miglioramento dei prodotti e dei servizi. L’azione di HoMedics in rete comprende un po’ tutti gli strumenti messi a disposizione dal web 2.0, dai tradizionali investimenti in adv display e search, fino ad arrivare al social media marketing e al blogger engagement. Una strategia di comunicazione con uno scopo ben preciso: risvegliare la voglia di salute, rendendola social e virale.

L’innovazione è da sempre il fiore all’occhiello di HoMedics, fin dalla sua fondazione, testimoniata dai continui investimenti in Ricerca & Sviluppo e dalla qualità dei prodotti, testata e controllata costantemente da un apposito team di esperti.
Appunto per questo, negli ultimi anni l’offerta dell’azienda americana si è andata via via ampliando, comprendendo al suo interno dispositivi altamente tecnologici studiati specificatamente per il benessere psico-fisico degli utenti. Dai massaggiatori fino ad arrivare ai prodotti per il trattamento del dolore o dell’aria degli ambienti interni, passando per i dispositivi per la bellezza, il suo portafoglio prodotti offre davvero un’ampia gamma di soluzioni per il proprio comfort e per le varie problematiche di tutti i giorni.
Ultimo nato della grande famiglia di dispositivi per la bellezza e la cura del corpo è ad esempio Duo Pro, un nuovo dispositivo per la riduzione permanente dei peli superflui e per il foto ringiovanimento, basato sulle due tecnologie indipendenti a luce pulsata e fluorescente avanzata, normalmente utilizzate nei centri bellezza di tutto il mondo.
“Tutti i nuovi lanci sono importanti, ma Duo Pro ci consente di rafforzare la nostra posizione di azienda di riferimento nell’elettronica della bellezza”, spiega a tal proposito Sabrina Trombetti. “Vogliamo infatti che HoMedics sia il punto di riferimento dell’elettronica applicata al wellness e alla bellezza. Un’immagine che unisca i concetti di rapidità, efficacia e semplicità della tecnologia alle esigenze della cura di del proprio benessere e del proprio aspetto”.
Più nello specifico, Duo Pro è un sistema non invasivo che, lavorando sotto la superficie della pelle, non prevede alcuna rimozione diretta dei peli, riducendone di conseguenza la crescita con il minimo dolore.
La presenza delle due tecnologie AFT e IPL permette inoltre di eseguire trattamenti altamente flessibili, selezionando la tecnologia più adatta in base all’area da trattare e alla tipologia di pelle, e assicurando così un risultato mirato e un trattamento professionale e duraturo nel tempo. È possibile difatti scegliere tra AFT che emette fino a 1 impulso al secondo, per trattamenti facili e veloci e adatti anche per le pelli più sensibili, oppure trattamenti IPL a singolo impulso, con il vantaggio di un maggiore controllo quando si applica una potenza superiore.

HoMedics non vuol dire solo salute e benessere, ma anche controllo del peso e audio di qualità, rappresentati dagli altri tre marchi trattati dall’azienda americana: Salter, Jam e House of Marley.
Anche per questi tre brand è in previsione un ampliamento e rafforzamento dell’attività di comunicazione che, come per HoMedics, interesserà tutto l’arco dell’anno e coinvolgerà in particolar modo il web e i punti vendita.
Per quanto riguarda Salter, storico marchio inglese di bilance, la strategia rispecchia quella utilizzata per HoMedics, con importanti investimenti sugli store, per mezzo di un progetto di category management finalizzato a dare maggiore visibilità alla categoria della bilance, spesso ingiustamente trascurata dalle logiche distributive.
Nuove soluzioni espositive e un nuovo posizionamento interessano anche House of Marley, il marchio di cuffie e diffusori audio contraddistinto dall’effige del leggendario re del reggae Bob Marley. Molte sono le iniziative a supporto del nuovo concept di marca, migrato da un’immagine tipicamente “giamaicana” a un’immagine più prettamente giovane e freestyle. Molto significativa, in tal senso, è ad esempio, la partnership con la trasmissione radiofonica “ Mi Casa” di Radio 105, condotta dal DJ Max Brigante.
Per quanto riguarda infine il marchio di speaker wireless Jam, le iniziative intraprese saranno per lo più mirate a replicare anche in Italia il successo già riscontrato in altri Paesi, come nel Regno Unito dove ricopre una posizione di leader incontrastato.

Share Button

Nessun banner disponibile