Print Friendly, PDF & Email

Salone-del-Mobile_FNMSono iniziati i lavori per la nuova edizione del Salone del Mobile di Milano. Cinque le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea, presso il quartiere Fiera Milano a Rho, da martedì 17 a domenica 22 aprile con apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico.
Il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo – suddivisi nelle tipologie stilistiche Classico: Tradizione nel Futuro, Design e xLux – scenderanno in campo con le biennali EuroCucina – e il suo evento collaterale FTK – e Salone Internazionale del Bagno, e con il SaloneSatellite. Oltre 205.000 mq di superficie netta espositiva e più di 2.000 espositori di cui circa 650 i designer del SaloneSatellite, con un 22% di aziende estere.
Alla sua 22a edizione, EuroCucina, salone di riferimento a livello internazionale, raduna 111 espositori distribuiti su un’area pari a 21.800 metri quadrati nei padiglioni 9-11 e 13-15. L’affianca FTK (Technology For the Kitchen), suo completamento naturale e straordinaria rassegna della tecnologia, che c’è e che ci sarà, nel settore degli elettrodomestici da incasso.
Punti di forza della manifestazione sono l’elevata qualità dei prodotti e l’ampia offerta merceologica, che svelano non solo le novità della cucina contemporanea ma aprono anche spiragli interessanti e affascinanti sull’organizzazione e sull’evoluzione futura di questo spazio.
Ambiente conviviale per eccellenza, votato alla socializzazione e all’incontro, la cucina diventa sempre più uno spazio aperto e fluido e, dunque, organizzato, ordinato, funzionale. L’apertura verso la zona living preme per soluzioni efficienti, intelligenti e modulari. Si abbandona l’idea di un ambiente immobile a favore di un pizzico di magia per trasformare, all’occorrenza, lo spazio quasi fosse un set teatrale. Contenitori modulari rendono invisibili anche le postazioni di lavoro, le isole si fanno sempre più multifunzione per assistere alle performance degli chef di casa o, semplicemente, chiacchierare intorno a un caffè, dispense e cassetti sono spaziosi, pratici e iper-organizzati perché tutto sia a portata di mano.
Alla sua 7a edizione, FTK (Technology For the Kitchen), l’evento collaterale di EuroCucina, si propone come momento privilegiato di riflessione sulla tecnologia da incasso attraverso la presentazione di prodotti innovativi, prototipi, concept e visioni di quello che sarà il futuro dell’arte del conservare e del cucinare.
47 sono i partecipanti distribuiti su 14.300 mq nei padiglioni 9-11, 13-15. Queste le eccellenza del settore che scenderanno in campo: Airforce, Aloys Dornbracht (Dornbracht), Arçelik (Beko, Grundig), Asko Appliances, Aton, Barazza, Bertazzoni, Bora
Holding, BSH (Bosch, Gaggenau, Neff, Siemens), Candy Hoover Group (Candy, Hoover, Rosières), Electrolux Appliances (Best), Elica, Faber, Falmec, Fhiaba, Fisher & Paykel Appliances, Franke, Irinox, Liebherr Hausgeräte, Meneghetti (Fulgor), Miele, Novi,
Samsung Electronics Italia, Sil Film, Silverline, Sirius, Smeg, Sub-Zero Group (Sub-Zero, Wolf), Whirlpool EMEA (Whirlpool, KitchenAid, Hotpoint, Indesit).
Se i panorami della nuova progettualità dei protagonisti dell’evento sono molteplici, un punto fermo si conferma su tutto: la smart kitchen è sempre più vicina e reale e assicura efficienza, sostenibilità, controllo dei consumi, sicurezza, comodità ma anche
divertimento. Tratto comune è l’uso sempre maggiore di connettività e domotica che rendono più intelligente la cucina e più semplice l’interazione tra le persone e gli elettrodomestici. La tendenza è netta: non c’è prodotto che non si possa controllare da
remoto, che non preveda la possibilità di collegarsi a un’app per la gestione e la semplificazione delle attività a esso legate, che non si possa connettere ai suoi “colleghi” per agevolare la vita all’utente.
A ciò si aggiunge professionalità e multifunzionalità, richieste sempre più pressanti degli “home chef” di oggi che desiderano conservare e cucinare i cibi con le stesse tecniche e tecnologie a disposizione degli chef stellati. Vedremo apparecchi che rispettano e mantengono proprietà nutritive, consistenze, sapori, colori e profumi dei cibi, bilanciando temperature, umidità, potenze, siano essi frigoriferi, congelatori, forni, piani cottura …
Le aziende, dunque, proporranno esclusive collezioni di prodotti – da quelli per la refrigerazione e il congelamento a quelli per la cottura e l’aspirazione, dai pannelli solari in-home alla gestione dell’acqua in cucina – dalle prestazioni di ultima generazione, se
non a tratti avanguardiste, per migliorare innanzitutto i risultati, minimizzare i consumi e accrescere la qualità della vita in cucina che si vuole sempre più confortevole, funzionale, “green” e conviviale.
Tecnologia, digitale e professionalità non prescindono dall’emozione. Il rapporto tra l’elettrodomestico e il consumatore va oltre la funzione strumentale per entrare nella sfera delle emozioni. Ne deriverà un’esperienza di gestione coinvolgente e appassionante. Con i nuovi elettrodomestici, preparare il pasto sarà anche un momento di interazione sociale, dinamico e divertente. Mentre si cucina si potranno condividere con gli amici le ricette, ricevere suggerimenti e commentarle sui social network, tutto dalla stessa piattaforma.
Quest’anno più che mai, le soluzioni proposte sono decisamente orientate al design per offrire ai consumatori prodotti che soddisfino tutte le esigenze di gusto e che siano al contempo elemento d’arredo. La cucina si impone come luogo dove ergonomia, materiali, colore, bellezza e qualità incontrano le più moderne tecnologie per diventare realmente il luogo più conviviale dello spazio domestico.

Share Button