Print Friendly, PDF & Email

Mondadori-bookstore Il Consiglio di Amministrazione di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. ha esaminato e approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2018.
Nei primi tre mesi dell’anno l’area Retail ha registrato ricavi per 43,2 milioni di euro, in crescita dello 0,9% rispetto all’analogo trimestre dell’esercizio precedente, con un incremento del prodotto libro pari al 3,6%, anche per l’effetto del favorevole calendario che nel 2018 ha incluso le vendite realizzate durante le festività pasquali.
L’analisi dei canali evidenzia una crescita del 4% dei Bookstore diretti, guidata dalla positiva performance del Libro (+2,5% a parità di negozi); un calo del 7% dei Megastore, non solo legato alla contrazione delle vendite del consumer electronics ma anche alle chiusure dei negozio di Palermo e San Pietro all’Orto; un incremento del 5% dei Bookstore in franchising; una crescita del 10% del canale online; una flessione del canale Club, in linea con il trend rilevato nell’esercizio precedente.
Mondadori Retail ha registrato nei primi tre mesi dell’esercizio in corso un miglioramento del margine operativo lordo rettificato, a -1,9 milioni di euro rispetto a -2,1 milioni di euro del 31 marzo 2017, per effetto dei primi risultati del progetto di razionalizzazione dei negozi in gestione diretta, nonostante la mirata riduzione delle vendite del prodotto consumer electronics.
Il margine operativo lordo si attesta a -2,1 milioni di euro, in significativo recupero rispetto ai primi tre mesi del 2017 per effetto di minori oneri di ristrutturazione.
L’andamento del Gruppo Mondadori nel primo trimestre 2018 risente dei trend dei mercati di riferimento che evidenziano, da un lato, la crescita dei libri, dall’altro, la continua flessione dei magazine. I ricavi consolidati si sono attestati a 253,4 milioni di euro, in calo del 6,7% rispetto a 271,6 milioni di euro del primo trimestre dell’esercizio precedente, principalmente per la performance delle aree Periodici determinata da un’accelerazione dei trend negativi dei mercati di riferimento, sia a livello diffusionale sia pubblicitario, e da un diverso timing di alcune iniziative. In crescita dell’1% i ricavi dell’area Libri, per effetto della positiva performance registrata in particolare dal segmento Educational.
L’Ebitda adjusted del primo trimestre 2018 è pari a 0,5 milioni di euro, con un calo riferibile all’area Periodici Italia, in cui le continue azioni volte alla riduzione dei costi operativi e di struttura hanno solo in parte mitigato il calo dei ricavi derivante dal trend dei mercati tradizionali.
Il margine operativo lordo consolidato riflette la flessione operativa, amplificata da maggiori on eri di ristrutturazione registrati nel trimestre rispetto allo stesso periodo del 2017, anch’essi riconducibili all’andamento dell’area Periodici Italia. Il risultato operativo consolidato al 31 marzo 2018 è negativo per 10,7 milioni di euro rispetto a -5,6 milioni di euro al 31 marzo 2017 e include ammortamenti e svalutazioni per 7,7 milioni di euro, in calo da 8 milioni di euro dell’esercizio precedente.Il risultato netto è negativo per 13,6 milioni di euro, rispetto a -9,2 milioni del 31 marzo 2017.
La posizione finanziaria netta di Gruppo al 31 marzo 2018 si è attestata a -221,9 milioni di euro, in miglioramento del 22,5% rispetto a -286,2 milioni di euro del 31 marzo 2017, per effetto della generazione di cassa ordinaria positiva del Gruppo pari a 64,9 milioni di euro.
Al 31 marzo 2018, il flusso di cassa operativo degli ultimi dodici mesi è positivo per 85,3 milioni di euro.

Share Button