Nintendo ha reso disponibili i risultati finanziari relativi ai primi nove mesi dell’esercizio 2015, terminati lo scorso 31 dicembre, periodo in cui la multinazionale giapponese ha totalizzato ricavi per 425,664 miliardi di yen (circa 3,25 miliardi di euro), in calo del 3,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’utile operativo del periodo è stato pari a 42,485 miliardi di yen (circa 324,1 milioni di euro), in aumento del 34,4% anno su anno. I profitti sono stati invece pari a 40,558 miliardi yen (circa 309,4 milioni di euro), in calo del 31,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso esercizio.
Nei primi nove mesi dell’anno ha fatto registrare ottime performance "Animal Crossing: Designer Happy Home" con la vendita di 2,93 milioni di unità a livello mondiale, mentre nei mercati esteri, titoli popolari come ad esempio "Pokémon Omega Rubino", "Zaffiro Pokémon Alpha" e "Super Smash Bros" per Nintendo 3DS, che sono stati rilasciati nel corso del precedente anno fiscale hanno mostrato vendite costanti. Nel mercato giapponese, titoli come "Ryhtm Tengoku" e "Fire Emblem Fates: Birthright / Conquest" hanno guadagnato maggiore popolarità. Inoltre, alcuni titoli di terze parti hanno venduto oltre un milione di unità. Di conseguenza, le vendite globali di hardware e software per Nintendo 3DS sono state, rispettivamente, pari a 5,88 milioni e 38,87 milioni di unità.
Per quanto riguarda Wii U, "Splatoon" ha venduto 4,06 milioni di unità e "Super Mario Maker" ha venduto 3,34 milioni di unità. Le vendite globali di hardware e software Wii U hanno raggiunto, rispettivamente, i 3,06 milioni e i 22,62 milioni di unità.
Per amiibo, la figure-type e la card-type hanno venduto rispettivamente 20,50 milioni di unità e circa 21,50 milioni di unità, e la piattaforma ha mostrato ottime performance a livello globale senza perdere lo slancio. Inoltre, le vendite di contenuti per Nintendo 3DS e Wii U hanno raggiunto i 30,5 miliardi di yen (circa 232,7 milioni di euro).

Share Button