Dedicato ad audiofili e musicofili. O per lo meno, a tutti coloro che si reputano dei veri e propri “pignoli” in fatto di buona musica e del suo relativo ascolto. La gamma Multiroom Jongo di speaker wireless di Pure ha proprio questa caratteristica, essendo in grado di assicurare un suono potente e pulito in ogni angolo della casa.
Lo speaker sottoposto alla nostra prova è il modello T4, un prodotto di caratteristiche “intermedie” tra i più piccoli S3 e T2 e il top di gamma T6. Più nello specifico, si tratta di un altoparlante wireless da 50 W di potenza, compatto (305 x 146 x 165 mm per 3 kg di peso) e dotato di connettività wireless 802.11b/g e Bluetooth, e in grado di riprodurre file in formato WMA, AAC, MP3 e MP2.
Molto semplici e intuitivi, inoltre, i connettori e i comandi di cui è dotato: rispettivamente, Alimentazione, Line-in da 3,5 mm e USB, da un lato e Accensione, Volume, Muto, Configurazione Wi-Fi e Reset dall’altro. Elegante ed estremamente attuale, in più, il design, con la sua forma ellittica e compatta che lo fanno ben figurare all’interno di qualsiasi tipo di ambientazione e arredamento: il modello da noi utilizzato è realizzato nella colorazione bianca con la griglia in color nero (sono disponibili anche altri abbinamenti di colore, con griglie in arancione, mango e verde).
Per la nostra prova ci siamo avvalsi dell’app gratuita Pure Connect, installata su un iPad2 e un iPhone5: anche il suo utilizzo, al pari dei comandi dello speaker, è estremamente semplice e intuitivo e, oltre la gestione dello speaker, prevede la possibilità di accedere a numerosissime radio digitali, suddivise per Paese di origine, e contenuti on demand. Dopo essersi registrati sul sito di Pure e aver ottenuto la propria ID e la propria password è possibile utilizzare l’applicazione e iniziare le operazioni di connessione alla rete wi-fi del dispositivo, aiutandosi con l’apposito tasto presente sul prodotto.
Una volta completata la procedura di sincronizzazione – che purtroppo si è rivelata più lunga e complicata del previsto, forse a causa della debolezza del segnale wireless presente nei nostri uffici – si è potuto fin da subito apprezzare la potenza e purezza del suono, che ha invaso immediatamente tutti i locali dell’appartamento; suono che abbiamo potuto sperimentare con diversi generi musicali, dalla musica classica alla musica new age, fino ad arrivare alla musica per bambini e a trasmissioni radiofoniche.
Insieme allo speaker T4 abbiamo avuto anche modo di provare l’adattatore A2 con il quale abbiamo potuto trasformare un vecchio – ma ancora del tutto funzionante e dalle ottime performance – sistema hi-fi Sony in un moderno impianto digitale. Il prodotto si presenta in una originale forma triangolare con il pulsante di on/off presente nella parte apicale anteriore. Nella parte basale posteriore, invece, sono presenti tutti i comandi e i connettori indispensabili per il suo utilizzo, come le uscite audio analogiche e le due uscite digitale, rispettivamente coassiale e ottica. Presente anche una porta USB per la connessione di schede Ethernet.
Anche in questo caso la procedura di connessione alla rete wi-fi si è rivelata più difficoltosa del previsto, ma una volta completata e scaricati i relativi aggiornamenti software, il risultato è stato sicuramente all’altezza della situazione, dandoci l’opportunità di riprodurre le musiche e i contenuti provenienti dall’applicazione Pure Connect direttamente sullo stereo, sfruttando la potenza del suo impianto di amplificazione e delle sue casse acustiche.

Share Button

Nessun banner disponibile