Una strategia e un approccio al mercato sempre in evoluzione, quello di Electrolux, forte di un portafoglio prodotti davvero ampio e profondo e di un servizio mirato sulle reali esigenze del consumatore finale e sulle necessità di engagement e assistenza dei partner distributivi. Dalle numerose iniziative della grande [R]evolution presentata lo scorso anno, la multinazionale svedese è ora passata al “livello successivo” (“The Next level”, ndr); una nuova fase che non vuole essere solo un completamento di quella precedente, ma un passo in avanti verso la mission di sempre. Una fase che si potrà considerare risolta solo con l’inizio di un’ulteriore fase futura.
Dalle parole Manuela Soffientini, Presidente e Amministratore delegato Cluster Italia di Electrolux Appliances, apprendiamo gli aspetti più importanti e rilevanti della nuova strategia.

Da [R]evolution a The Next Level: cosa cambierà concretamente nella strategia e nell’approccio al mercato italiano da parte del Gruppo Electrolux?
"Con The Next Level abbiamo presentato le novità di prodotto del 2016. Una strategia che è un ulteriore passo avanti rispetto alla precedente “Revolution” iniziata nel 2015 e che mette sempre al centro l’utente finale, attorno al quale costruiamo il nostro prodotto e le nostre azioni. Ma non solo, stiamo creando una rete ancora più fitta attorno al consumatore, dal momento del pre acquisto, fino al post-vendita dopo acquisto. Porre il cliente al centro delle azioni di marketing, cambiare il linguaggio utilizzando format innovativi nella comunicazione, concentrarsi sulla cottura, in particolare sul piano a induzione e sui forni a vapore, rilanciare il marchio AEG nel settore built-in. Queste le linee guida della strategia 2016 per il settore presentata a Milano, il 14 gennaio, dal management della divisione commerciale italiana di
Electrolux ai partner dell’industria di cucina e ai loro distributori built-in".

Sono state annunciate importanti novità all’interno della gamma prodotti, possiamo entrare più nel dettaglio?
"Dalla Cottura al Freddo al Lavaggio, le soluzioni Electrolux e Aeg presentano tutte innovazioni tecnologiche e di design, accontentando sia chi ama la semplicità sia il consumatore più esigente. Nella visione di Electrolux il mercato andrà sempre più a premiare categorie di prodotto più evolute e innovative che rispondano meglio alle aspettative dell’utente finale. Un utente che vorrebbe avere, non solo una risposta tecnologica ai suoi bisogni, ma anche una risposta alle sue aspirazioni (cucinare con facilità ottenendo risultati superiori, prendersi cura dei propri capi e mantenerli come nuovi). Connettività sarà la parola d’ordine e non solo tra utente ed elettrodomestici ma anche tra produttore e utente finale per assisterlo e accompagnarlo in tutte le fasi della sua relazione col prodotto. Questa evoluzione è al centro
della nostra attenzione e del nostro impegno. Per Electrolux sarà ancora più importante l’attenzione nei confronti del consumatore finale".

Cosa cambierà, invece, e in che modo, il rapporto con i partner della distribuzione e del trade, ovvero coloro i quali hanno il diretto contatto proprio con il consumatore?
"Tutto parte dal consumatore, che è il solo a decidere quale prodotto acquistare. Ed è in base a questo consumatore che noi dobbiamo poter sviluppare la comunicazione, la proposta di prodotto oltre che l’approccio commerciale che ci riguarda più da vicino. È importante stare in contatto con il consumatore, conoscerlo
prima ancora che i suoi bisogni diventino concreti. È altrettanto importante seguirlo oltre l’acquisto, la fase entro la quale spesso pensiamo che finisca il nostro ruolo e invece è proprio da quel momento in poi che si concretizza la nostra relazione con il consumatore al fine di massimizzare il beneficio dell’utilizzo dei nostri prodotti".

Come cambieranno le iniziative di marketing e di comunicazione in ottica social e digital?
"La comunicazione rivestirà un ruolo fondamentale anche in questo nuovo anno, con l’obiettivo di coinvolgere i consumatori in un dialogo continuo tramite un piano che coinvolgerà diversi mezzi, da quelli tradizionali, passando per il digital, il social, i testimonial ‘e strumenti innovativi’. Importante sarà poi lavorare sulla formazione e su eventi instore. Saremo protagonisti nei programmi televisivi ‘di maggiore tendenza’, da ‘MasterChef’, a ‘Hell’s Kitchen Italia’, fino alla nuova ‘La Cuoca bendata’ con
Benedetta Parodi. Un’occasione in più per raccontare i nostri prodotti saranno dentro e attorno a questi programmi, e avremo grandi ambasciatori, come lo chef Carlo Cracco e, da quest’anno, anche il pasticciere Ernst Knam".

AEG Premium Brand, possiamo definirlo un vero e proprio rilancio del marchio? siamo dare qualche anticipazione alla distribuzione?
"Electrolux e AEG svolgono ruoli precisi e complementari: Electrolux mainstream, AEG premium. Sicuramente riflettori puntati su Aeg, che sarà al centro della strategia del Gruppo per tutto il 2016. Per questo i due brand di punta sfodereranno moltissime novità, proponendo un’offerta di elettrodomestici completamente rinnovata e assicurando la più ampia profondità di gamma per tutti i segmenti. Aeg si rivolge ad un pubblico esigente e noi siamo pronti per soddisfare le loro esigenze".

Share Button