Print Friendly, PDF & Email

Logo_UnieuroIl Consiglio di Amministrazione di Unieuro ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 novembre 2017.
I primi 9 mesi dell’esercizio 2017/18 si sono chiusi con risultati in crescita, sia a livello di ricavi, saliti a doppia cifra sopra quota 1,3 miliardi di euro, sia sotto il profilo della redditività, con un Ebitda adjusted e un Risultato netto adjusted che si sono attestati rispettivamente al 3% e all’1,4% dei ricavi. Molto forte la generazione di cassa, triplicata rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, che ha contribuito a sostenere gli investimenti mantenendo sotto controllo l’indebitamento finanziario netto.
Nei primi 9 mesi dell’esercizio 2017/18, chiusi al 30 novembre 2017, Unieuro ha conseguito ricavi consolidati pari a 1.328,4 milioni di euro, in crescita del 10,9% rispetto ai 1.198,2 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento di 130,2 milioni di euro. Oltre che dalle acquisizioni e dalle nuove aperture, l’andamento dei ricavi è stato positivamente influenzato dal Black Friday che, rispetto al 2016/17, ha registrato un incremento delle vendite sia presso i punti vendita fisici che nel canale online.
I ricavi like-for-like si sono contratti dell’1,5%, anche a causa del preventivato impatto dei nuovi negozi sulla rete preesistente. Escludendo invece dal perimetro di analisi i punti vendita interessati da tale effetto in quanto limitrofi a negozi acquisiti o a negozi oggetto di operazioni di rilancio, le vendite like-for-like sono in crescita dello 0,7%.
Nel corso del periodo in esame, il Gruppo ha proseguito la strategia di sviluppo dei canali esistenti, rafforzando e migliorando il portafoglio negozi diretti, attraverso nuove aperture e acquisizioni, e razionalizzando la rete di affiliati. A ciò si è affiancata una importante crescita del canale online grazie al successo del nuovo sito implementato in ottica mobile first e alla continua estensione dei pick-up point che ha favorito l’incremento delle vendite click and collect sia nei negozi diretti che indiretti.
Il canale Retail, pari al 70,1% dei ricavi totali, ha visto un incremento del 7,8% delle proprie vendite a 930,8 milioni di euro, grazie alla riapertura dei 21 punti vendita acquisiti da Andreoli S.p.A., operativi dal 1 luglio 2017, alla riapertura di 11 dei 19 punti vendita acquisiti da Cerioni S.p.A., operativi dal 16 novembre 2017, e, infine, alle nuove aperture realizzate nel periodo in esame per complessivi 7 punti vendita, con particolare riferimento ai negozi di Novara e Roma.
Il canale Wholesale, pari al 12,1% delle vendite complessive, ha registrato ricavi pari a 161,3 milioni di euro in calo del 5,2% rispetto ai 170,2 milioni di euro del periodo precedente, principalmente a seguito della strategia di continua razionalizzazione del network di affiliati e di ottimizzazione delle scorte operata dagli affiliati in accordo con il Gruppo.
Il canale Online, circa il 9,7% dei ricavi totali, ha registrato 128,7 milioni di euro di ricavi, in crescita del 63,5% rispetto ai 78,7 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente, una performance ancor più significativa alla luce del rallentamento del trend di crescita del mercato online dell’elettronica di consumo e degli elettrodomestici.
La piattaforma digitale unieuro.it, rilanciata nell’ottobre 2016, ha contribuito alla crescita generando 28 milioni di euro di ricavi incrementali, pari al +35,6% rispetto ai primi nove mesi 2016/17. Il successo va ascritto, tra l’altro, alle iniziative commerciali legate al Black Friday che hanno sospinto i ricavi di novembre, alla continua espansione della rete di pick-up point, nonché ai positivi risultati della strategia di crescita sulle categorie di prodotto alto marginanti, in particolare il White. A ciò si aggiunge il costante rilascio di nuove funzionalità e miglioramenti della piattaforma, finalizzati anche ad aumentare il  presidio dell’importante segmento mobile, indispensabili per fidelizzare i clienti e attrarne al contempo di nuovi.
I restanti 22 milioni di euro incrementali sono riconducibili all’acquisizione di Monclick, uno dei principali operatori online in Italia, consolidata a partire dal 1° giugno.
Il canale Business-to-Business, pari al 6,8% dei ricavi totali, che si rivolge a clienti professionali, anche esteri, che operano in settori diversi da quelli di Unieuro nonché a operatori che hanno la necessità di acquistare prodotti elettronici da distribuire ai loro clienti abituali o ai dipendenti in occasione di raccolte punti, concorsi a premio o di piani di incentivazione – ha registrato 90 milioni di Euro di ricavi in aumento del 17,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’andamento del canale è stato positivamente influenzato dalle vendite della controllata Monclick.
Infine, il canale Travel, circa l’1,3% dei ricavi totali ha registrato una crescita del 89,2% a 17,6 milioni di euro in virtù delle nuove aperture negli aeroporti di Capodichino e Orio al Serio e del punto vendita ubicato nella stazione di Torino Porta Nuova.
La categoria Grey, circa il 46,3% dei ricavi totali, ha generato ricavi pari a 615 milioni di euro, in crescita del 6,2% rispetto ai 579,1 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente, grazie al buon andamento dei ricavi consumer e nonostante la debolezza del mercato nel segmento IT e la prevista riduzione delle vendite del segmento B2B di Unieuro.
La categoria White, il 27,4,% delle vendite, ha invece generato un fatturato di 363,5 milioni di euro in crescita del 16,9% rispetto ai 311 milioni di euro del periodo precedente, grazie alla strategia di ampliamento dell’offerta merceologica sulla categoria e alla buona performance delle asciugatrici.
La categoria Brown, pari al 18% dei ricavi totali, ha conseguito nei primi 9 mesi dell’anno un fatturato pari a 238,5 milioni di euro, in aumento dell’11,7%, rispetto ai 213,6 milioni di euro dell’anno precedente. La categoria, in assenza di innovazioni tecnologiche nel mercato di riferimento, ha beneficiato dell’apporto positivo del settore delle vendite B2B2C di Monclick.
La categoria Altri prodotti, circa il 4,8% dei ricavi totali, ha registrato ricavi per 64 milioni di euro in crescita del 21,2% rispetto ai 52,8 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente.
Buon andamento, infine, per la categoria Servizi, pari al 3,6% dei ricavi totali, che ha visto una crescita del 13,9% a 47,4 milioni di euro grazie al continuo focus della società sull’erogazione di servizi alla propria clientela, in particolare sulle estensioni di garanzia.
Nel corso dei primi nove mesi dell’esercizio 2017/18, l’EBITDA adjusted di Unieuro si è attestato a 39,7 milioni di euro, in crescita del 4,1% rispetto ai 38,1 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente. L’Adjusted EBITDA Margin è pari al 3%.
Il Risultato netto consolidato adjusted dei primi 9 mesi dell’esercizio 2017/18 è stato pari a 19,2 milioni di euro, con un’incidenza sui ricavi pari all’1,4%, in aumento del 4,3% rispetto ai 18,4 milioni conseguiti nello stesso periodo del 2016/17.
Al 30 novembre 2017 l’indebitamento finanziario netto di Unieuro si è attestato a 29,6 milioni di euro. L’incremento registrato nei primi nove mesi dell’esercizio, pari a 27,6 milioni di euro, è dovuto principalmente a investimenti per 34,7 milioni.

Share Button